EUROPA AL VOTO

Tra sfida nazionalista ed europeista

Tra il 23 e il 26 maggio 2019, nei ventisette paesi membri dell’UE – in uno scenario politico caratterizzato dalla sfida dei partiti populisti e sovranisti alle istituzioni europee e ai partiti tradizionali –, ha avuto luogo l’elezione del Parlamento europeo.

In una fase di profonda crisi del sistema politico europeo, la competizione elettorale bipolare tra le forze politiche euroscettiche e i partiti europeisti ha assunto una rilevanza politica senza precedenti.

Rispetto alle passate consultazioni europee, spesso derubricate a elezioni di secondo ordine, questo voto ha rappresentato un nuovo terremoto elettorale, con conseguenze inedite per il futuro dell’unificazione europea e per le dinamiche politiche interne dei singoli paesi.

Una prima analisi delle elezioni del prossimo maggio sarà condotta dai ricercatori di comportamento elettorale, partiti, leadership e comunicazione politica, che si riuniranno in due giornate di studio (4 e 5 luglio) presso il Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova.

Comitato scientifico: Mauro Barisione – Università di Milano, Presidente Itanes

Paolo Bellucci – Università di Siena, Coordinatore POPE

Alessandro Chiaramonte – Università di Firenze, Coordinatore POPE

Mara Morini – Università di Genova, Dipartimento di Scienze Politiche Fulvio Venturino – Università di Cagliari, Presidente SISE

Info: mara.morini@unige.it

4 luglio 2019

h. 14.00 – 14.15       

Saluti e introduzione

Paolo COMANDUCCI, Rettore dell’Università di Genova

Realino MARRA, Preside della Scuola di Scienze Sociali

Gian Marco UGOLINI, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova

Mara MORINI, Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova

h. 14.15 – 15.45

Panel 1 – PARTITI ED ELETTORI

Chair: Fulvio Venturino

Patrizia Catellani,Mauro Bertolotti,Virginia Pupi(Università Cattolica di Milano), Elezioni europee 2019: previsioni, intenzioni e “senno di poi” degli elettori

Roberto De Luca(Università della Calabria), Domenico Fruncillo(Università di Salerno), Il radicamento elettorale della Lega “nazionale” di Salvini nelle regioni meridionali

Vincenzo Emanuele(Università LUISS “Guido Carli” Roma), Bruno Marino(Unitelma Sapienza), Davide Angelucci(Università LUISS “Guido Carli” Roma), The congealing of a new cleavage? The demarcation bloc between identity and competition in the European Parliament elections

Luca Tentoni(socio SISE-SISP), Il voto europeo nei capoluoghi di regione

h. 15.45 – 16.00 Coffee Break

h. 16.00 – 17.30

Panel 2 – COMUNICAZIONE POLITICA

Chair: Mauro Barisione

Luca Bianco(Università di Bologna) e Marco Improta(Università LUISS “Guido Carli” Roma), Come cambia il Movimento 5 Stelle? Le nuove strategie di comunicazione politica per le Europee 2019 

Giuliano BobbaCristopher CepernichCristina CremonesiMoreno Mancosu(Collegio Carlo Alberto),Franca RoncaroloAntonella Seddone(Università di Torino), Dinamiche di europeizzazione della sfera pubblica italiana. Il caso delle elezioni europee 2019

Andrea Caretta(Osservatorio di Pavia), Vittorio Cobianchi(Osservatorio di Pavia), Guido Legnante(Università di Pavia), Partiti, temi e leader nella campagna elettorale europea

Giancarlo Gasperoni(Università di Bologna), Sondaggi sulle intenzioni di voto ed elezioni italiane per il Parlamento Europeo: qualità metodologica e capacità predittiva

Frédéric Pascali(Socio SISE), La comunicazione politica dei partiti. La Lega di Salvini, tra sacro e profano, inseguendo la comunicazione di un nuovo protagonismo sociale

h. 17.30 – 19.00

Assemblea SOCI – SISE – POPE – ITANES

5 luglio 2019

h. 9.00 -10.30

Panel 3 – LE MOTIVAZIONI DEL VOTO

Chair: Alessandro Chiaramonte

Lorenzo De SioAldo Paparo,Davide Angelucci(Università LUISS “Guido Carli” Roma),Where is my mind? Domestic and European issue voting in the 2019 Italian EP elections

Nicola Maggini(Università di Firenze), Quali temi dietro alle performance elettorali dei partiti alle elezioni per il Parlamento Europeo del 2019?

Tito Forcellese(Università di Teramo), Misurare il consenso di leader e partiti. Le influenze del sistema politico italiano sul voto per il parlamento europeo nell’era del “maggioritario all’italiana”, 1994-2019.

Rinaldo Vignati(Università di Bologna-Istituto Cattaneo), Il voto di preferenza nelle elezioni europee 

h. 10.30 – 10.45 Coffee break

h. 10.45 – 12.00

Panel 4 – POLITICA IN EUROPA

Chair: Paolo Bellucci

Malgorzata Lorencka(Università di Slesia), Le elezioni europee 2019 in Polonia. La destra nazionalista può stravincere le elezioni politiche in autunno?

Maurizio PessatoRado FondaRiccardo Benetti(SWG), Elezioni Europee: il clima socio-politico in Europa

Fabio Serricchio(Università del Molise), Citizens’ support for the European Union and electoral turnout: a link that needs to be clarified

Alessandro Testa(Università di Perugia), L’Onda verde e le sue radici. Trent’anni di crescita dei partiti ambientalisti nell’Europa centro-settentrionale

h. 12.00 – 13.00

Tavola rotonda

CHE COSA CI INSEGNANO LE ELEZIONI EUROPEE 2019?

Mauro BARISIONE, Presidente ITANES

Università di Milano

Paolo BELLUCCI, Coordinatore POPE

Università di Siena

Giampiero CAMA,

Università di Genova – DISPO

Alessandro CHIARAMONTE, Coordinatore POPE Università di Firenze

Fulvio VENTURINO, Presidente SISE

Università di Cagliari

Il convegno è organizzato con i contributi dell’Università di Genova, del Dipartimento di Scienze politiche (DISPO) e dello Standing Group “Partiti Opinione Pubblica Elezioni” (POPE) della Società Italiana di Scienza Politica(SISP)

programma completo 4-5 luglio

Altre news

  • 8 Luglio 2022

    Leggi tutto
  • 10 Giugno 2022

    Leggi tutto
  • 17 Dicembre 2021

    Leggi tutto
  • 8 Luglio 2022

    Leggi tutto
  • 10 Giugno 2022

    Leggi tutto