News

Volume dedicato a Vittoria Cuturi


Segnaliamo l'uscita di una special issue della Rivista SocietàMutamentoPolitica. Il volume è dedicato a Vittoria Cuturi, già membro autorevole della SISE, a due anni dalla sua scomparsa e affronta uno dei temi di ricerca a lei più cari, quello della partecipazione sociale e politica delle donne.

Nell’ottica delle curatrici, Rossana Sampugnaro, Simona Gozzo e Elisa Lombardo, la partecipazione è intesa in senso estensivo, includendo sia le forme dell’impegno politico tradizionale nei partiti e nelle istituzioni sia le nuove forme di partecipazione che si sviluppano sulle piattaforme digitali fino ad includere l’impegno associativo e quello nel mondo del lavoro.

Sperando di fare cosa gradita vi indichiamo qui di seguito i link per scaricare il volume 11 numero 22 della Rivista: https://oajournals.fupress.net/index.php/smp

La Segreteria SISE



Incontro dedicato al prof. Giorgio Galli: “In Memoria di Giorgio” – 25 febbraio, ore 19


l’ISPIG propone un incontro dedicato interamente a Giorgio Galli, alla sua figura di intellettuale, saggista e “maestro di vita” per giovedì 25 febbraio alle ore 19 (apertura collegamento alle 18,45). 

Introduce Daniele V. Comero, modera Carmelo Tribunale.

 

La registrazione di tutti gli interventi è disponibile a questo link
 

 



Ciao Giorgio


Il 27 dicembre ci ha lasciato Giorgio Galli. Era stato Presidente della SISE dal 1987 al 1990.

Nato a Milano nel 1928, aveva insegnato Storia delle dottrine politiche nell’Università Statale della sua città.

Le sue competenze nell’analisi delle elezioni  si erano formate nella  partecipazione alla grande ricerca dell’Istituto Cattaneo sul sistema politico italiano pubblicata nel 1968. Dei quattro volumi editi dal Mulino Galli aveva curato appunto quello sul comportamento elettorale. Dal materiale di quella ricerca era nato nel 1966 il suo libro più noto, Il bipartitismo imperfetto. In seguito pubblicò un’insuperata Storia della Democrazia cristiana  e I partiti politici europei.

Gli interessi conoscitivi di Galli sono andati ben al di là dell’analisi dei partiti  e dei sistemi di partito. A parte il suo manuale di storia delle dottrine politiche, vanno ricordati soprattutto Il capitalismo assistenziale, Storia del partito amato, La magia e il potere, che testimoniano i suoi molteplici interessi pur  costituendo solo una parte della sua sterminata produzione.      



L'Europa va in campagna. Strategie di comunicazione elettorale nelle Elezioni UE 2019


La conferenza dal nome "L'Europa va in campagna. Strategie di comunicazione elettorale nelle Elezioni UE 2019" ha come oggetto lo sviluppo delle campagne elettorali dei partiti europei in seguito dell'adozione del sistema dello SpitzenKandidat nel 2014 e di un potenziamento dei fondi europei per le attività di mobilitazione. Da quel momento la struttura delle campagne europee è profondamente cambiata, producendo un loro rafforzamento e una forte personalizzazione della competizione.

I relatori della conferenza si concentreranno sulle Europee 2019: Matteo Albania, Senior Communication and Marketing Adviser, si occuperà  del Partito Popolare Europeo e del candidato designato Manfred Weber; Saar van Bueren, Political & Strategic Communication Advisor, nel Partito Socialista Europeo illustrerà il tour dello  Spitzenkandidat, Frans Timmermans;  Didrik de Schaetzen, Head of the Communication Unit nell' Alliance of Liberals and Democrats for Europe parlerà della scelta di presentare una vera e propria squadra di  7 candidati (ricordiamo anche l'italiana Emma Bonino) e delle conseguenze sulla realizzazione della mobilitazione. 

Dopo i saluti istituzionali del Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, Prof. Giuseppe Vecchio, introdurrà i lavori la Prof. Francesca Longo, politologa ed esperta di questioni europee. Rossana Sampugnaro, coordinatrice scientifica di EuReact,  concluderà i lavori, fornendo anche un bilancio del primo anno di attività del Modulo.

Gli studenti e il personale dell'Ateneo di Catania possono partecipare collegandosi alla Aula Virtuale Microsoft TEAMS, Codice: cvo6lbn.

Link Teams.

Per i soggetti esterni all'Ateneo, bisogna chiedere un accredito inviando una e-mail a: eureact.unict@gmail.com



Convegno Regione Emilia Romagna


Sarà possibile essere presenti fisicamente nella sala Guido Fanti (viale Aldo Moro 50), previa prenotazione al link o seguire l’evento in streaming nella seguente pagina.

Info: link convegno

 

Aggiornamento del 15 Ottobre 2020

Dal voto di appartenenza fino al voto ai tempi del Coronavirus

Come è cambiata l'Italia elettorale? Le prime risposte dal convegno “Votare nel 2020: dall'Emilia-Romagna alle altre regioni. Capire il voto in tempi fragili“.

Le ultime consultazioni regionali hanno evidenziato cambiamenti radicali nei comportamenti elettorali.

Come è cambiata l'Italia elettorale? Quanto conta la comunicazione nella creazione di una leadership politica? Quali sono le origini della conferma delle tendenze politiche in alcuni territori e invece i mutati orientamenti in altre zone? Quanto pesa il non voto ai fini dell'esito elettorale?

Le prime risposte sono arrivate dalla giornata di studi del 12 ottobre 2020 “Votare nel 2020: dall'Emilia-Romagna alle altre regioni. Capire il voto in tempi fragili“. La giornata è stata organizzata dalla Direzione generale dell'Assemblea Legislativa e dal Servizio Statistica e sistemi informativi geografici della Regione Emilia-Romagna, in collaborazione con la SISE (Società Italiana di Studi Elettorali).

Se ne è parlato con Donatella Campus, Ilvo Diamanti, Luciano Fasano e Paolo Natale.

La politologa e docente dell'Università di Bologna Donatella Campus ha riflettuto sul binomio “leadership e comunicazione”. Ha illustrato il peso che nelle elezioni regionali del 2020 ha avuto il fattore personale, inteso come la possibilità delle caratteristiche personali del leader politico di fare la differenza sia sul piano della campagna elettorale sia sull'impatto effettivo sul risultato. Sempre di più, infatti, la costruzione del consenso spetta al candidato, anche a livello locale. In prospettiva ha quindi senso interrogarsi se tale popolarità a livello territoriale sia poi sfruttabile come accesso a leadership nazionali.

Il politologo Ilvo Diamanti, dell'Università di Urbino, si è focalizzato sulle elezioni regionali in Emilia-Romagna e Toscana, chiedendosi in particolare che cosa resti della cosiddetta “zona rossa” e come sia cambiato il rapporto tra politica e territorio. Si è poi soffermato sul tema dell'astensione, su cosa stia dietro al non voto, confrontando la partecipazione alle due ultime regionali in Emilia-Romagna. L'intervento si è concluso riflettendo sull'importanza che ha acquisito il fattore dell'incertezza in politica: “ogni elezione diventa un fatto nuovo, una nuova storia tutta da scrivere”.

Luciano M. Fasano, docente di Scienze politiche all'Università degli Studi di Milano, si è concentrato su una lettura storica del voto regionale in Umbria e Marche. Ha evidenziando come il calo elettorale del centrosinistra e del centrodestra inizi a partire dal 2008, coincidendo con la “grande recessione” frutto della crisi dei debiti sovrani, e come le successive dinamiche elettorali abbiano di volta in volta premiato i partiti che non governavano quelle realtà o quelli emergenti in quegli anni oppure ancora abbiano visto crescere il partito del non voto. 

I profondi cambiamenti nei comportamenti elettorali sono al centro anche delle ricerche di Paolo Natale, docente di Scienze politiche all'Università degli Studi di Milano. Analizzando la storia elettorale fin dagli anni ‘80, sottolinea come la crisi della rappresentanza politica sia dovuta al disfacimento delle tradizionali subculture, che ha portato all’allontanamento dal voto di appartenenza, tanto a destra come a sinistra. I bacini elettorali delle diverse aree politiche dagli anni ’80 a oggi sono sensibilmente mutati dal punto di vista sociodemografico, ma anche a livello di frattura tra centro urbano e periferia. In questo senso si può spiegare la forte concentrazione dei “No” al referendum sul taglio dei parlamentari nei centri storici dei grandi centri urbani.

Per un resoconto approfondito del convegno si rimanda a Cronaca Bianca, l'Ufficio stampa dell'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna.

È inoltre disponibile il video completo della giornata. Le fasi del convegno si trovano ai seguenti minutaggi:

Introduzione: 23:00

Intervento Donatella Campus: 37:00

Intervento Ilvo Diamanti: 59:00

Intervento Luciano M. Fasano: 1:33:00

Intervento Paolo Natale: 2:17:00

Conclusioni: 2:44:00


Locandina - pdf

XVIII Premio “Celso Ghini”


La Società Italiana di Studi Elettorali (SISE) bandisce fra giovani studiosi italiani e stranieri DUE PREMI per tesi su temi elettorali, discusse negli anni 2019 e 2020. I premi saranno così assegnati:

€ 1.500 per una tesi di laurea quadriennale o specialistica,

€ 2.000 per una tesi di dottorato.

I premi saranno assegnati da una Commissione nominata dal Comitato Scientifico della SISE, il cui giudizio sarà comunque insindacabile.

Una copia della tesi - con allegati i contatti personali  (numero di telefono e indirizzo di posta elettronica) e la copia del documento di riconoscimento - dovrà pervenire in formato elettronico (pdf) all’indirizzo email della SISE segreteria@studielettorali.it e per conoscenza al Presidente della società Prof. Fulvio Venturino fventurino@unica.it, entro e non oltre il 31 gennaio 2021.


Scarica Bando

SELEZIONE DEI DIRETTORI E NOMINA DEL COMITATO EDITORIALE DEI QUADERNI DELL’OSSERVATORIO ELETTORALE


Care e Cari,

si è conclusa il 22 luglio la procedura di selezione dei direttori e la nomina del comitato editoriale della rivista “Quaderni dell’Osservatorio Elettorale” per il periodo compreso dal 1° agosto 2020 al 31 dicembre 2023.

Attraverso una call indirizzata al reclutamento dei direttori della rivista, la SISE, responsabile della gestione editoriale, ha selezionato due personalità di alto spessore nel panorama scientifico nazionale e internazionale con particolare riferimento al campo degli studi elettorali.

Si tratta dei neo-direttori prof. Paolo Bellucci dell’Università di Siena e della prof.ssa Silvia Bolgherini dell’EURAC Research Bozen / Università di Napoli Federico II.

Entrambi rappresentano un risorsa fondamentale per la rivista in termini di internazionalizzazione, pubblicità e rafforzamento in vista dell’adeguamento agli attuali processi di valutazione.

Inoltre, ai due direttori si affiancherà un comitato editoriale composto da: Rossella Borri (Università di Siena); Marino De Luca (Università di Sussex); Aldo Paparo (LUISS, Roma); Stefano Rombi (Università di Cagliari); Antonella Seddone (Università di Torino); Fabio Serricchio (Università del Molise).

Voglio augurare a tutti loro un buon lavoro sperando che il prossimo triennio possa essere un momento di discussione e di crescita per la rivista, la SISE e l’intera comunità scientifica.

 

Il Presidente della SISE

Prof. Fulvio Venturino



CALL FOR EDITORS QUADERNI DELL’OSSERVATORIO ELETTORALE (QOE)


The Società Italiana di Studi Elettorali (SISE) is issuing a call for editors for the journal ‘Quaderni dell’Osservatorio Elettorale’ (QOE).

Background

Quaderni dell’Osservatorio Elettorale (QOE) is a scientific journal covering all aspects of electoral studies.

QOE was founded in 1977 by a group of scholars devoted to electoral behaviour and published by the Tuscany Region. In 1980 prof. Mario Caciagli was appointed Editor in Chief. QOE has remained until today a reference for electoral studies in Italy as well as in foreign countries.

Published two times a year (June and December), each issue contains three original research articles and two permanent sections (Elections in the World and Elections in Italy). Members of the Editorial Board and the Centro Italiano Studi Elettorali (CISE) are, respectively, in charge for the two permanent sections.

Since 2015 all contributions published in QOE have undergone a rigorous double-blind peer review process before publication. Currently, submitted articles are preliminarily screened by the Editorial Board and then sent to at least two referees for anonymous evaluation. Since 2020 the journal will be published by Firenze University Press (FUP).

The journal is open to scholars working in any of the major social science disciplines – notably political science, political economy, sociology – as well as to those working in the field of contemporary history and law. Along with the contributions of more experienced scholars, the journal hosts and encourages the work of younger researchers.

Quaderni dell’Osservatorio Elettorale also invites distinguished guest editors to oversee special issues.

Publication on QOE is free of charge.

Term

The successful candidate team will become the editors of QOE for a four-year term beginning 1st August 2020 to 31st December 2023.

Editorial Structure

We would suggest that the next editorial team is ideally composed of two editors of alternate gender.

Remuneration

No remuneration provided.

Editorial Duties and Goals

SISE requires that QOE editors pursue the following goals:

Production

  • Enable the publication of two high-quality, peer-reviewed issues per year.
  • Ensure diversity of articles from across sub-fields and methodological approaches as far as possible.
  • Ensure that all submissions are made and processed through the Firenze University Press platform.
  • Ensure that published research articles have been subject to a double-blind peer review process as a prerequisite to publication.
  • Coordinate with FUP to ensure a smooth review and production process of all the issue sections.
  • In case of special issues, overview and coordinate with guest editors (we advise to publish no more than one special issue every two years).
  • Ensure compliance with the research transparency guidelines.
  • Ensure that data of most research articles can be downloaded and results (especially figures and tables) can be replicated at the time of publication.

Communication and Dissemination

  • Enable the widest dissemination of articles.
  • Work with FUP on the active promotion of the journal and its content.
  • Facilitate the innovation of the QOE website managed by FUP.
  • Manage the email and the social network accounts (Facebook and Twitter).
  • Organize events at major political science conferences to raise awareness of journal activities (including but not limited to the meetings of SISP).
  • Announce the award of the Celso Ghini Prize for the best degree and PhD theses in the field of electoral studies published in the last two years.

Institutional management goals

  • Report annually on the performance of the journal to the SISE Executive Committee.
  • Appoint and renew every four years the Editorial Board and the International Advisory Board, and work with the board members to ensure the success of the journal.
  • Manage relations with Italian public authorities including, but not limited to, the National Agency on the Evaluation of University Research (ANVUR).

The editors will also be expected to work towards the following longer-term goals for QOE:

  • Increase the proportion of non-Italian scholars submitting and publishing articles.
  • Raise the number of citations in upper-tier journals with a view to qualifying for inclusion in the Social Science Citation Index and in Scopus.
  • Increase the journal’s social media profile to appeal to a global audience.

Proposal

Prospective teams of editors should submit by 21st July 2020 a document outlining:

  • The profiles of the team members.
  • The organizational and institutional support for the editorial team.
  • A brief assessment of developments in political science journal publication practices.
  • The editorial strategy, possibly outlining new initiatives concerning production, research transparency and dissemination.

Deadline

Please send your proposal to: Fulvio Venturino, President, Società Italiana di Studi Elettorali (Email: fventurino@unica.it) and segreteria@studielettorali.it by 21st July 2020.



Rinvio Convegno Campobasso


 

 

 

 

Gentili soci e socie della SISE,

il prolungarsi dell’emergenza virus ha indotto diverse associazioni, fra cui SISP e IPSA, a rinviare i convegni in programma nei prossimi mesi. Insieme ai co-organizzatori di Itanes e POPE ci è parso che, anche nel caso del nostro convegno previsto a Campobasso per il 2 e 3 luglio, non ci fosse altra alternativa che attendere tempi migliori. Di conseguenza, il convegno è rinviato a data da destinarsi, e vi informeremo appena possibile delle nuove coordinate.

Il convegno di Campobasso doveva anche essere l’occasione per il rinnovo delle cariche, visto che presidente e comitato scientifico termineranno a giugno il loro mandato triennale. Venendo meno questa opportunità, non ci è rimasta altra scelta che prorogare le cariche attuali. In occasione del prossimo convegno naturalmente provvederemo a indire l’assemblea dei soci per l’elezione del presidente e del comitato scientifico.

 

Un saluto a tutti e a tutte

 

Il presidente della SISE

Fulvio Venturino


Comunicazione Presidente 7 aprile 2020

CALL FOR PAPERS



Italia, Europa, Usa: il sovranismo alla prova del voto
Campobasso, 2 e 3 luglio 2020


Il 2020 presenta diversi appuntamenti elettorali di rilievo. Insieme alle elezioni amministrative italiane (che coinvolgono complessivamente nove regioni, circa mille comuni, ed hanno dunque una grande valenza nazionale) e alle principali elezioni nazionali svoltesi in alcuni paesi europei (Spagna, Regno Unito, etc..), nel novembre 2020 sono in programma le presidenziali USA. Un ciclo elettorale in cui l’offerta politica riconducibile al sovranismo arriva alla prova del voto.

Scopo del seminario è di approfondire da un lato le dinamiche nazionali insite in elezioni amministrative, tradizionalmente second-order; dall’altro, studiare le dinamiche politico-elettorali interne ad alcuni rilevanti paesi europei, anche con lo sguardo rivolto alle dinamiche post-Brexit e alle primarie statunitensi.

Una prima analisi degli appuntamenti elettorali sarà condotta dai ricercatori di comportamento elettorale, partiti, leadership e comunicazione politica, che si riuniranno in due giornate di studio (2 e 3 luglio) presso il Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi del Molise a Campobasso.

In vista di questo incontro, si invitano i ricercatori e studiosi interessati a sottoporre paper incentrati sui seguenti argomenti:

  • la partecipazione elettorale
  • le dinamiche dei sistemi partitici
  • le dinamiche delle campagna elettorale
  • le determinanti della scelta di voto
  • la comunicazione politica dei partiti
  • la campagna e la partecipazione in rete
  • la personalizzazione della politica
  • le innovazioni metodologiche nello studio delle elezioni.

Le proposte di paper devono essere inviate entro il 31 maggio 2020 a segreteria@studielettorali.it e includere: nome e cognome, affiliazione, indirizzo e-mail del/dei proponente/i, titolo dell’intervento, tre parole chiave e un abstract di non più di 300 parole (senza riferimenti bibliografici).
 


Comitato scientifico:

Mauro Barisione – Università di Milano, Presidente Itanes

Paolo Bellucci – Università di Siena, Coordinatore POPE

Alessandro Chiaramonte – Università di Firenze, Coordinatore POPE

Fabio Serricchio – Università del Molise, Dipartimento di Economia

Fulvio Venturino – Università di Cagliari, Presidente SISE


Comunicazioni: segreteria@studielettorali.itfabio.serricchio@unimol.it

 

 


Call for papers

L'apocalisse della democrazia italiana



Locandina

Conference Program


Società Italiana di Studi Elettorali

Italian Electoral Studies Association


12th International Conference

THE CRISIS OF REPRESENTATION

Parties, voters, rules


Luiss Guido Carli University – Department of Political Science

Viale Romania 32

Rome, 5-6 December 2019


Thursday 5th December


9.30-9.50


Plenary session – Room 211

Welcome to participants

Lorenzo De Sio (CISE, LUISS Guido Carli)

Mark Thatcher (LUISS Guido Carli)

Fulvio Venturino (President, SISE)


10.00-11.15


Panel 1 – Room 203

Methods and approaches

Chair and discussant: Nicola D’Amelio (Ministero dell’Interno)

 

Daniele BATTISTA (Università di Salerno)

Politica e big data. Un altro modo di vedere i dati

 

Mirko BEZZI, Gianfranco GAMBARELLI and Giuliana A. ZIBETTI (Università di Bergamo)

How to solve balancing errors in past Italian methods of seat apportionments

 

Gerasimos ILINOIOU-TSOUROUFLIS (University of the Peloponnese)

Christian Democracy, social market economy and the future of the EU


Panel 2 – Room 204

Extreme right parties

Chair and discussant: Silvia Bolgherini (Università di Napoli)

 

Luca CARRIERI (LUISS Guido Carli)

Throwing darts at the UE. Explaining the voting preferences for the radical right parties

 

Andrea GRIPPO (Università degli Studi Guglielmo Marconi)

Immigration violence and extreme right. A case study of Alternative fur Deutschland

 

Michael SHIN (UCLA) and Cristiano VEZZONI (Università di Milano)

The League and the immigrant threat hypothesis. A multi-level analysis


11.15-11.45

Coffee break - Room 211


11.45-13.00


Panel 3 – Room 203

Selection of candidates and party leaders

Chair and discussant: Alessandro Testa (Università di Perugia)

 

Camille KELBEL (Lille Catholic University)

Women’s representation in the European parliament. The role of political parties’ candidate selection processes

 

Bruno MARINO (University of Bologna)

A personalisation effect. Party leaders autonomy in the selection of candidates for general elections

 

Giulia SANDRI (Université Catholique de Lille), Antonella SEDDONE (Università di Torino) and Fulvio VENTURINO (Università di Cagliari)

New and old. The selection of party leader in Italy. A longitudinal analysis, 1946-2018


Panel 4 – Room 204

Personalization of parties

Chair and discussant: Fabio Bordignon (Università di Urbino)

 

Diego GARZIA, Frederico Ferreira DA SILVA e Andrea DE ANGELIS (University of Lucerne)

The rise of negative personalization

 

Davide VITTORI (LUISS Guido Carli)

Was it all about personalization. The determinants of the vote in the 2016 Constitutional Referendum in Italy

 

Alberto STEFANELLI (University of Leuven)

The rise of illiberal populism. Insights from Latin America


13.00-14.00

Lunch break


14.00-15.15


Panel 5 – Room 203

Populist parties

Chair and discussant: Roberto De Luca (Università della Calabria)

 

Roberto BIORCIO (Università degli Studi Milano-Bicocca)

La crisi dei partiti tradizionali e la diffusione del populismo in Europa

 

Niccolò INCHES (Università Niccolò Cusano)

Populismo e crisi identitarie in un quadro di ricomposizione territoriale

 

Davide VITTORI (LUISS Guido Carli)

Restoring the old-fashioned economic voting? Populist parties and the mainstreaming of their voters. The case of Five Star Movement


Panel 6 – Room 204

Elections and political participation

Chair and discussant: Vincenzo Emanuele (LUISS Guido Carli)

 

Davide ANGELUCCI (LUISS Guido Carli)

The reproduction of political inequalities. A comparative assessment of intergenerational reproductive mechanisms of political participation

 

Giuliano BOBBA, Moreno MANCOSU and Antonella SEDDONE (Università di Torino)

Negativity and political attitudes between first and second order election. The Italian case

 

Camille KELBEL and Julien NAVARRO (Lille Catholic University)

Time after time. Temporal effects in understanding variations in levels of participation in EP elections


15.30-18.00


Plenary session – Room 211


15.30-16.45


Politics in hard times

Keynote speech by Hanspeter KRIESI


17.00-18.00


Celso Ghini Prize: award ceremony


20.00


Social dinner – Restaurant TBD


Friday 6th December


9.30-10.45


Panel 7 – Room 203

Elections in comparative perspective

Chair and discussant: Nicola Maggini (European University Institute)

 

Vincenzo EMANUELE (LUISS Guido Carli)

Bloc without foundations. Class cleavage strength and class bloc support in Western Europe after WWII

 

Małgorzata LORENCKA (University of Silesia in Katowice)

Nel nome del popolo. L’analisi delle elezioni politiche in Polonia del 13 ottobre 2019

 


Panel 8 – Room 204

The Italian case

Chair and discussant: Fulvio Venturino (Università di Cagliari)

 

Guglielmo CEVOLIN (Università di Udine)

Crisi della democrazia rappresentativa e verticalizzazione della forma di governo nell'ordinamento italiano

 

Alessandro CHIARAMONTE (University of Florence) and Vincenzo EMANUELE (LUISS Guido Carli)

Going out of the ordinary. The de-institutionalization of the Italian party system in comparative perspective

 

Lorenzo DE SIO, Davide ANGELUCCI and Aldo PAPARO (LUISS Guido Carli)

Value predispositions and attitudes towards migration


10.45-11.15

Coffee break - Room 211


11.15-12.30


Panel 9 – Room 211

Electoral campaigns, representation and parties

Chair and discussant: Fabio Serricchio (Università del Molise)

 

Francesca MONTEMAGNO and Rossana SAMPUGNARO (Università di Catania)

Candidati e partiti tra mediazione e disintermediazione

 

Julien NAVARRO (Lille Catholic University) and Abel FRANCOIS (Université de Lille-LEM and LIEPP-Sciences Po Paris)

Does it pay to be a “good” parliamentarian? The parties’ strategic allocation of financial resources in electoral campaigns in France

 

Alessandro TESTA (Università di Perugia)

The Green Alternative. The Central and Northern Europe’s answer to the right-wing populism

 


12.30-14.00

Lunch break


14.00-16.00


Plenary session – Room 211

Round table

Voters and Parties in Europe: Challenges of Representation

 

Chair: Silvia BOLGHERINI (Università di Napoli Federico II)

Lorenzo DE SIO (Luiss Guido Carli)

Sylvia KRITZINGER (University of Vienna)

Julien NAVARRO (Lille Catholic University)

James NEWELL (Università di Urbino)

 

CONFERENCE SCIENTIFIC BOARD

Lorenzo De Sio Vincenzo Emanuele Aldo Paparo Nicola D'Amelio
Fabio Bordignon Antonella Seddone Fulvio Venturino Roberto Biorcio
Alessandro Chiaramonte Mario Caciagli Silvia Bolgherini       Paolo Natale

 


Conference Program.pdf Conference Program_pag1.jpg Conference Program_pag2.jpg

Esito XVII Premio "Celso Ghini"


La Commissione giudicatrice del XVII Premio "Celso Ghini" composta, per questa edizione, da Silvia Bolgherini, Antonella Seddone e Fabio Bordignon ha assegnato il premio ai seguenti lavori:

  • Premio Celso Ghini per la migliore tesi di Dottorato nell’ambito degli studi elettorali: RICCARDO LADINI - Campaign and network effects on electoral participation: The various facets of mobilization and interpersonal influence (Università degli Studi di Trento);
  • Premio Celso Ghini per la migliore tesi di laurea magistrale nell’ambito degli studi elettorali: ALBERTO STEFANELLI - The Downsian "Irrationality" of Populist Individuals. Testing Spatial Models of Electoral Competition Using Populist Attitudes (Central Univ Budapest).


Elenco dei candidati Comunicazione vincitori

12th International Conference - LUISS, Rome, 5-6 December 2019


                

Società Italiana di Studi Elettorali - Italian Electoral Studies Association

12th International Conference


CALL FOR PAPERS


THE CRISIS OF REPRESENTATION

Parties, voters, rules

Luiss “Guido Carli” University – Department of Political Science

Rome, 5-6 December 2019


Contemporary democracies are currently under stress. The legitimacy of political actors and institutions is challenged by growing popular feelings of distrust and dissatisfaction, which are – in the end – questioning the very principle of political representation. Political parties are blamed for their inability to meet citizens’ demands, failing to be recognized as legitimate mediators in the relationship between citizens and politics. On the contrary, anti-establishment parties entered the political arena and populist leaders have gained large momentum. In addition, democracies are experiencing frequent institutional crises, whereas uncertain processes of government formation, political instability, and repeated elections have become commonplace in many countries. Indeed, electoral and constitutional rules are increasingly questioned, while attempted reforms end up in ineffective results. Public opinion appears disenchanted and disaffected with politics, blamed for the inability to provide effective responses to a long and dramatic economic crisis.

Against this background, the 12th SISE International Conference aims to address issues related to the challenges to contemporary democracies from different perspectives, such as public opinion and opinion polls, patterns of voting behaviour, electoral rules and their consequences, party organizations and dynamics of renewal, government cohesion and approval against electoral cycle and the economic crisis, the role of supranational government and multilevel governance, social movements and political participation, media and social media in the age of disintermediation.

Comparative as well as single-case studies are welcome, emphasizing that all proposals must be anchored to solid methodological and theoretical perspectives.

Scholars and researchers interested in parties, elections, leadership, political communication and political institutions are invited to submit their proposals. Please note that the suggested topics are indicative. Alternative or original thematic proposals are equally welcome.

 

HOW TO SUBMIT YOUR PROPOSAL

Abstract proposal should be up to 250 words

Proposals must be sent using the enclosed form to: segreteria@studielettorali.it

Timeline:

  • October 14, 2019: Call for Papers deadline
  • October 25, 2019: Proposers will be notified by SISE of the outcome of their abstract submission
  • November 25, 2019: Papers Due to Chairs and Discussants

Papers can be submitted in English or Italian.

**** Hotel suggestions for the 12th International Conference ****

 

Conference Scientific Board

 

Roberto Biorcio / Silvia Bolgherini / Fabio Bordignon  / Mario Caciagli / Alessandro Chiaramonte / Nico D’Amelio / Lorenzo De Sio / Vincenzo Emanuele / Paolo Natale /  Aldo Paparo / Antonella Seddone / Fulvio Venturino


PAPER PROPOSAL FORM CALL FOR PAPERS.pdf CALL FOR PAPERS.jpg

Convegno 4-5 luglio 2019


    

EUROPA AL VOTO

Tra sfida nazionalista ed europeista

Tra il 23 e il 26 maggio 2019, nei ventisette paesi membri dell'UE – in uno scenario politico caratterizzato dalla sfida dei partiti populisti e sovranisti alle istituzioni europee e ai partiti tradizionali –, ha avuto luogo l’elezione del Parlamento europeo.

In una fase di profonda crisi del sistema politico europeo, la competizione elettorale bipolare tra le forze politiche euroscettiche e i partiti europeisti ha assunto una rilevanza politica senza precedenti.

Rispetto alle passate consultazioni europee, spesso derubricate a elezioni di secondo ordine, questo voto ha rappresentato un nuovo terremoto elettorale, con conseguenze inedite per il futuro dell’unificazione europea e per le dinamiche politiche interne dei singoli paesi.

Una prima analisi delle elezioni del prossimo maggio sarà condotta dai ricercatori di comportamento elettorale, partiti, leadership e comunicazione politica, che si riuniranno in due giornate di studio (4 e 5 luglio) presso il Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova.

Comitato scientifico:

 

Mauro Barisione – Università di Milano, Presidente Itanes

Paolo Bellucci – Università di Siena, Coordinatore POPE

Alessandro Chiaramonte – Università di Firenze, Coordinatore POPE

Mara Morini – Università di Genova, Dipartimento di Scienze Politiche Fulvio Venturino – Università di Cagliari, Presidente SISE

Info: mara.morini@unige.it

4 luglio 2019

h. 14.00 – 14.15       

Saluti e introduzione

Paolo COMANDUCCI, Rettore dell’Università di Genova

Realino MARRA, Preside della Scuola di Scienze Sociali

Gian Marco UGOLINI, Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova

Mara MORINI, Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO) dell’Università di Genova

h. 14.15 – 15.45

Panel 1 – PARTITI ED ELETTORI

Chair: Fulvio Venturino 

Patrizia Catellani,Mauro Bertolotti,Virginia Pupi(Università Cattolica di Milano), Elezioni europee 2019: previsioni, intenzioni e “senno di poi” degli elettori

Roberto De Luca(Università della Calabria), Domenico Fruncillo(Università di Salerno), Il radicamento elettorale della Lega “nazionale” di Salvini nelle regioni meridionali

Vincenzo Emanuele(Università LUISS “Guido Carli” Roma), Bruno Marino(Unitelma Sapienza), Davide Angelucci(Università LUISS “Guido Carli” Roma), The congealing of a new cleavage? The demarcation bloc between identity and competition in the European Parliament elections

Luca Tentoni(socio SISE-SISP), Il voto europeo nei capoluoghi di regione

h. 15.45 – 16.00 Coffee Break

h. 16.00 – 17.30

Panel 2 – COMUNICAZIONE POLITICA

Chair: Mauro Barisione

Luca Bianco(Università di Bologna) e Marco Improta(Università LUISS “Guido Carli” Roma), Come cambia il Movimento 5 Stelle? Le nuove strategie di comunicazione politica per le Europee 2019 

Giuliano BobbaCristopher CepernichCristina CremonesiMoreno Mancosu(Collegio Carlo Alberto),Franca RoncaroloAntonella Seddone(Università di Torino), Dinamiche di europeizzazione della sfera pubblica italiana. Il caso delle elezioni europee 2019

Andrea Caretta(Osservatorio di Pavia), Vittorio Cobianchi(Osservatorio di Pavia), Guido Legnante(Università di Pavia), Partiti, temi e leader nella campagna elettorale europea

Giancarlo Gasperoni(Università di Bologna), Sondaggi sulle intenzioni di voto ed elezioni italiane per il Parlamento Europeo: qualità metodologica e capacità predittiva

Frédéric Pascali(Socio SISE), La comunicazione politica dei partiti. La Lega di Salvini, tra sacro e profano, inseguendo la comunicazione di un nuovo protagonismo sociale

h. 17.30 – 19.00

Assemblea SOCI - SISE - POPE - ITANES

5 luglio 2019

h. 9.00 -10.30

Panel 3 – LE MOTIVAZIONI DEL VOTO

Chair: Alessandro Chiaramonte 

Lorenzo De SioAldo Paparo,Davide Angelucci(Università LUISS “Guido Carli” Roma),Where is my mind? Domestic and European issue voting in the 2019 Italian EP elections

Nicola Maggini(Università di Firenze), Quali temi dietro alle performance elettorali dei partiti alle elezioni per il Parlamento Europeo del 2019?

Tito Forcellese(Università di Teramo), Misurare il consenso di leader e partiti. Le influenze del sistema politico italiano sul voto per il parlamento europeo nell’era del “maggioritario all’italiana”, 1994-2019.

Rinaldo Vignati(Università di Bologna-Istituto Cattaneo), Il voto di preferenza nelle elezioni europee 

h. 10.30 – 10.45 Coffee break

h. 10.45 – 12.00

Panel 4 – POLITICA IN EUROPA

Chair: Paolo Bellucci

Malgorzata Lorencka(Università di Slesia), Le elezioni europee 2019 in Polonia. La destra nazionalista può stravincere le elezioni politiche in autunno?

Maurizio PessatoRado FondaRiccardo Benetti(SWG), Elezioni Europee: il clima socio-politico in Europa

Fabio Serricchio(Università del Molise), Citizens’ support for the European Union and electoral turnout: a link that needs to be clarified

Alessandro Testa(Università di Perugia), L’Onda verde e le sue radici. Trent’anni di crescita dei partiti ambientalisti nell’Europa centro-settentrionale

h. 12.00 – 13.00

Tavola rotonda

CHE COSA CI INSEGNANO LE ELEZIONI EUROPEE 2019?

Mauro BARISIONE, Presidente ITANES

Università di Milano

Paolo BELLUCCI, Coordinatore POPE

Università di Siena

Giampiero CAMA

Università di Genova - DISPO

Alessandro CHIARAMONTE, Coordinatore POPE Università di Firenze

Fulvio VENTURINO, Presidente SISE 

Università di Cagliari

Il convegno è organizzato con i contributi dell’Università di Genova, del Dipartimento di Scienze politiche (DISPO) e dello Standing Group “Partiti Opinione Pubblica Elezioni” (POPE) della Società Italiana di Scienza Politica(SISP)


Programma completo 4-5 luglio

Save the date




ATLANTE ELETTORALE


Dal 1980, la Società Italiana di Studi Elettorali (SISE) promuove la ricerca nel campo delle elezioni, delle scelte di voto e del funzionamento dei sistemi elettorali. L’Associazione si avvale del contributo di giuristi, sociologi, storici e scienziati della politica con l’obiettivo di favorire la discussione attraverso l’organizzazione di  convegni di taglio accademico aperti anche al contributo di politici e commentatori.

In occasione delle elezioni europee del prossimo maggio riparte AtlanteElettorale, uno spazio di discussione volto a contribuire, durante la campagna elettorale, al dibattito pubblico.

Grazie alla collaborazione con Repubblica.it, come già fatto in occasione delle politiche del 2018, a partire da febbraio e fino alla data delle elezioni, saranno pubblicati settimanalmente degli interventi – principalmente di studiosi soci SISE – in grado di affrontare, con rigore scientifico ma in forma divulgativa, le regole elettorali, le strategie dei partiti e l’andamento della campagna.

Buona lettura a tutti.

Il Presidente della Società Italiana di Studi Elettorali

Fulvio Venturino

 

30 MAGGIO 2019

L'occasione fallita (forse) di creare una classe politica europea

di LUCA VERZICHELLI 

 

22 MAGGIO 2019

Elezioni europee, ma poca Europa

di NICOLO' CONTI

 

15 MAGGIO 2019

Tra disinteresse e disincanto i Paesi dell'Est si preparano al voto europeo

di SORINA SOARE

 

09 MAGGIO 2019

Sovranisti d'Italia: il rischio di una vittoria di Pirro (a scapito degli interessi degli italiani)

di MARCO VALBRUZZI

 

24 APRILE 2019

Siamo tutti euroscettici? Non esattamente. Ecco perché

di SIMONA GUERRA

 

18 APRILE 2019

La Francia in Europa tra Macron, Le Pen e la crisi dei partiti tradizionali

di SOFIA VENTURA

 

11 APRILE 2019

Quel populismo di destra che in Europa procede in gruppi separati (fino ad oggi)

di DUNCAN MCDONNELL

 

04 APRILE 2019

La Brexit, il caos di partiti e governo e la domanda di fondo: "Cosa significa essere inglesi?"

di JAMES NEWELL

 

28 MARZO 2019

Tra elezioni europee e politiche: gli esempi di Spagna e Grecia

di ANNA BOSCO e SUSANNAH VERNEY

 

21 MARZO 2019

Perché la politica italiana dovrebbe sprovincializzare le elezioni europee

di MAURO BARISIONE

 

14 MARZO 2019

Il peso della Germania in Europa (anche alle elezioni europee)

di SILVIA BOLGHERINI

 

07 MARZO 2019

L’immigrazione oltre la crisi dei rifugiati. Perché è importante per il futuro dell’Europa

di TIZIANA CAPONIO

 

28 FEBBRAIO 2019

Prospettive di (non) riforma della Unione Economica e Monetaria

di LUCIA QUAGLIA

 

20 FEBBRAIO 2019

Da europeisti a euroscettici: così gli italiani si preparano al voto europeo

di FABIO SERRICCHIO

 

14 FEBBRAIO 2019

I tre motivi per cui bisogna guardare al voto europeo con attenzione

di SIMONA PIATTONI

 



CALL FOR PAPERS


Giornate di studi in ricordo di

VITTORIA CUTURI

Il 10 e l’11 Maggio di terranno due Giornate di studio in ricordo di Vittoria Cuturi sul tema “Crisi economica, democrazia e rappresentanza” con la presenza di due importanti Keynote speakers: Francesco Ranioll, Professore Ordinario di Scienza Politica presso l’Università della Calabria e Paolo Segatti, Ordinario di Sociologia politica presso l’Università di Milano.

All’interno del Ciclo di incontri “Mutazioni”, le giornate organizzate da Rossana Sampugnaro, Simona Gozzo, Orazio Lanza e Venera Tomaselli ospiteranno numerosi studiosi all’interno di panel tematici.

In allegato lcall for paper (aperta fino al 20 Aprile) e un documento con numerosi ricordi” dedicati alla Prof. Cuturi, Prof. Ordinario di Sociologia Generale presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali, scomparsa un anno fa”.

---

      

Crisi economica, democrazia e rappresentanza

Keynote speakers: Francesco Raniolo, Unical; Paolo Segatti, Unimi.

Interventi programmati: Carlo Colloca, Renato D’Amico, Mimmo Fruncillo, Simona Gozzo, Francesca Montemagno, Orazio Lanza, Rossana Sampugnaro, Venera Tomaselli. 

CALL FOR PAPERS. La crisi economica sovverte principi generali che apparivano acquisiti una volta per tutte nel mondo occidentale: tolleranza, allargamento dei diritti di cittadinanza, percorsi di accoglienza dei migranti in fuga da guerre e da fame, compresenza di culture diverse e alternative in un contesto favorevole alla globalizzazione. La crisi del 2008 travolge queste certezze e produce una serie di trasformazioni sociali (accentuazione delle disparità di reddito, perdita della coesione, emersione di vecchie e nuove marginalità sociali) in grado modificare profondamente il quadro politico. Nel comportamento politico ed elettorale, riemergono con forza le rivendicazioni di ordine economico che contrappongono losers e winners della globalizzazione, giovani e pensionati, lavoratori inseriti in un sistema di sicurezze sociali e precari. In una Europa investita da una crisi di fiducia e da una calante integrazione sociale, si affermano i movimenti populisti e le relative retoriche mentre ci si interroga sui nuovi significati di democrazia e rappresentanza. Le marginalità sociali (economiche, culturali, territoriali) diventano rilevanti per comprendere l’evoluzione dei comportamenti politici e, in particolar modo, di quelli elettorali tanto da richiedere una riflessione teorica sulle categorie e studi empirici adeguati.

Le due giornate di studio, dedicate a Vittoria Cuturi ad un anno dalla sua scomparsa, intendono offrire l’occasione per un dibattito scientifico su crisi economica, crisi della rappresentanza e comportamento politico. La conferenza invita a presentare contributi che si occupano (anche se non in maniera esclusiva) delle seguenti aree tematiche:

A) crisi economica e crisi della rappresentanza; B) crisi economica, vecchie e nuove marginalità e comportamento elettorale; C) rappresentazione della crisi economica e opinione pubblica; D) crisi dell'integrazione europea e opinione pubblica e) coesione sociale e cambiamenti politici; E) nuove e vecchie periferie “politiche”.

Le proposte possono essere inviate entro il 20.04.2019 a sampugnaro@unict.it, Tel. 09570305277

È prevista la pubblicazione dei contributi in una rivista scientifica e/o in un volume collettaneo.

COMITATO SCIENTIFICO: Rossana Sampugnaro (sampugnaro@unict.it); Simona Gozzo, (simonagozzo@yahoo.it); Venera Tomaselli (tomavene@unict.it); Orazio Lanza (lanza@unict.it). 

 



CALL FOR PAPER


PSA 69th Annual International Conference

15-17 April 2019

Nottingham Trent University
#PSA19

(UN)SUSTAINABLE POLITICS IN A CHANGING WORLD

Panel Proposal

Italian Politics Specialists Group

Media and Politics Specialists Group

Media and Politics in the post-representative democracy: the European scene

Chairpersons:

Luigi Ceccarini, University of Urbino Carlo Bo, Italy | Italian Politics Specialists Group

Michele Sorice, LUISS University, Rome, Italy | Media and Politics Specialists Group                   

Discussants:

Giovanni Boccia Artieri, University of Urbino Carlo Bo, Italy | Italian Politics Specialists Group

Emiliana De Blasio, LUISS University, Rome | Media and Politics Specialists Group

 

Keywords: Political Communication, Participation; Civic engagement; Populisms; Post-representative politics

In the last two decades, not surprisingly, many scholars have talked about the emergence of the post-representative politics (Keane 2013, De Blasio and Sorice 2018, Ceccarini and Diamanti 2018). The crisis of representation, in fact, can easily be interpreted as a deficit of trust on the part of citizens towards political institutions. In this climate of mistrust, the demands for more participatory forms of democracy and a citizens’ critical (Norris 1999) and monitorial approach to politics (Rosanvallon 2006) are growing, as well as reactions that push towards the request for new forms of representation, such as those that we can define as "hyper-representation" and which constitute the background of many contemporary populisms. The lack of trust in political institutions generates three areas of response from citizens: a) social apathy; b) the request for a more accurate control over representative institutions (the sanctioning democracy); c) the request for new forms of participation (from active citizenship to different forms of democratic innovations to the emergence of new “challenger parties”).

After 2018 general elections, Italy constitutes an interesting example of the consolidation of a post-representative democracy; this is provoking a radical change in the political scenario, a deep transformation in the logic of political communication (Berlusconi’s era seems paradoxically really far away) and a diffusive development of new and individualized (Micheletti 2003) forms of political participation.

The panel aims at highlighting the radical transformation of Italian and European political scenario following the insurgence of the post-representative politics and some instances of depoliticisation and its controversial relationship with the media, both “traditional” and “digital.

In order to discuss these topics, papers that focus on the linkages between media use, political participation and citizens’ involvement, as well as on a multidisciplinary and comparative approaches are very welcome.

If you are interested in contributing to the panel, please send an abstract (max 300 words) by 19th October 2018 to luigi.ceccarini@uniurb.it and michele.sorice@ccps.it

 

 



XVII Premio “Celso Ghini”


XVII Premio “Celso Ghini”

La Società Italiana di Studi Elettorali (S.I.S.E) bandisce fra giovani studiosi italiani e stranieri DUE PREMI per tesi su temi elettorali, discusse negli anni 2017 e 2018.

 

I premi saranno così assegnati:

  • 1.500 per una tesi di laurea quadriennale o specialistica,
  • € 2.000 per una tesi di dottorato.

 

I premi saranno assegnati da una Commissione nominata dal Comitato Scientifico della S.I.S.E., il cui giudizio sarà comunque insindacabile.

 

Una copia della tesi dovrà pervenire - entro e non oltre il 31 gennaio 2019, in plico raccomandato, con allegati i contatti personali e la copia del documento di riconoscimento - a:

 

Prof. Mario Caciagli

Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Via delle Pandette 21

50127 Firenze

 

Info: segreteria@studielettorali.it

 


Bando XVII Premio “Celso Ghini”

CALL FOR ABSTRACTS - Temi e leader oltre le ideologie


Temi e leader oltre le ideologie

Convegno dell’Associazione Italiana di Comunicazione Politica (AssoComPol)

Perugia | Università di Perugia | 13-15 Dicembre 2018

I risultati delle elezioni del 4 marzo 2018 hanno confermato quello che ormai da anni molte ricerche avevano già anticipato: la preminenza delle singole figure di leader e di alcuni principali temi divisivi (si veda quello dell’immigrazione) sulle scelte elettorali dei cittadini e più in generale sul dibattito pubblico. Si crea un connubio tra leader e temi, con i primi che si identificano, a volte si appropriano, dei secondi facendone un loro essenziale cavallo di battaglia. Ciò va a discapito delle tradizionali appartenenze politiche con un’accentuata volatilità delle decisioni di voto come appunto dimostrato nella tornata elettorale di quest’anno.

Questa tendenza non appare limitata all’Italia, bensì accomuna molte democrazie liberali come confermato da molti recenti eventi e dalla sempre maggiore centralità nel dibattito pubblico di temi come immigrazione ed Europa che provocano laceranti divisioni nel paese.

Il convegno ComPol di Perugia intende discutere, anche in una prospettiva diacronica e comparativa, presentazioni che affrontino i problemi sopra delineati assieme anche ad altri approcci che illustrino le modifiche intervenute nella comunicazione politica e nella sfera pubblica degli ultimi anni. Particolare attenzione verrà dedicata all’interazione tra mainstream media e new media che è, in larga parte alla base delle modificazioni accennate.

Si sollecitano di conseguenza paper che affrontino i seguenti argomenti:

  • il ruolo dei leader nella determinazione delle scelte elettorale;
  • i leader nel momento elettorale e non;
  • temi divisivi e temi unificanti nel dibattito pubblico;
  • tendenze e rilevazioni comparative nelle democrazie liberali;
  • il dibattito sul populismo e le scelte tematiche;
  • il sistema mediale ibrido e il suo ruolo nella determinazione di nuove tendenze della comunicazione (echo chamber, etc.)

Le proposte di paper devono includere: nome, affiliazione con indirizzo, e indirizzo email del/dei proponente/i, un titolo, tre parole-chiave e un abstract di non più di 400 parole (senza riferimenti bibliografici). Gli abstract che non seguono tali indicazioni non verranno presi in considerazione. Si vedano con attenzione le “Abstract Instructions”.

 

Termine per l’invio degli abstract: 31 Agosto 2018 a convegno@compol.it.
Notificazione di accettazione: 15 Ottobre 2018
I paper completi dovranno essere inviati entro il 30 Novembre 2018.

 


Comitato scientifico: Giuseppina Bonerba, Paolo Mancini, Rita Marchetti, Marco Mazzoni, Gianpietro Mazzoleni, Roberto Mincigrucci, Anna Stanziano, Sofia Verza


Call for Abstracts (ENG) Call for Abstracts (ITA)

Programma - Incontro di studio su: Elezioni politiche e regionali 2017/2018 (Università degli Studi di Salerno)